Mercoledì, 21 Novembre 2018
itenfrdees

Calabresi all'estero: quando la consulta diventa occasione per comprendere e conoscere il nostro "capitale umano"

Posted On Mercoledì, 26 Settembre 2018 09:47
Rate this item
(0 votes)

 

"Non c’è dolore più grande della perdita della terra natia." Euripide.

 

Si sono conclusi ieri sera, nella sede della Cittadella Regionale, i lavori della Consulta dei calabresi residenti all’estero. Un appuntamento che da quasi tre anni, permette alla Regione di poter approfondire i rapporti con i propri connazionali che vivono all’estero. Per un lungo periodo, la comunità dei Calabresi nel mondo è stata completamente abbandonata ma, grazie al Presidente Mario Oliverio, i rapporti con i consultori e con le associazioni dei Calabresi nel mondo sono ripresi, più forti di prima. E questo lo sa bene l’Onorevole Orlandino Greco, capogruppo in Consiglio Regionale, che primo fra tutti cerca di promuovere e tutelare questi rapporti.

Le radici sono importanti. Non si possono recidere e identificano la nostra storia e la nostra identità. Permettono di mantenere saldo quel legame con la nostra terra natia che a volte si è costretti a lasciare. Emblema di questa sintesi sono proprio i nostri Calabresi residenti all’estero. Le comunità dei calabresi nel mondo sono tante e cercare di ipotizzare anche solo una percentuale significativa di questi nostri fratelli sparsi per il mondo, non sarebbe possibile per una serie di motivi. Personalmente, mi piace definire questi ambasciatori il nostro il capitale umano, il nostro brand all’estero. Si, perché questi consultori sono un marketing eccezionale per la nostra terra: sono orgogliosi di essere calabresi e lo fanno a titolo puramente gratuito. Per amore della loro terra.

Curiosa e desiderosa di apprendere le loro storie, ho passato qualche ora con i consultori, arrivati in Italia per questi due giorni da tutto il mondo.

 Le loro, sono storie comuni: persone che lasciano il proprio paese natio, le loro radici, per cercare benessere e una vita altrove. In fondo chiunque di noi può ricordare le foto dei nostri nonni o bisnonni, con la famosa valigia di cartone piena di sogni e di speranze, in attesa di salpare su una nave che li avrebbe traghettati altrove. Nostalgia, angoscia ma anche spirito di adattamento e soprattutto la memoria, hanno consentito a queste persone di non dimenticare mai da dove venivano. Le tante storie che ho raccolto, sono semplici. Molti di loro vivono ormai in Brasile, Uruguay, Buenos Aires,  Australia e Belgio dove hanno trovato fortuna. Ma non dimenticano la loro terra. Un esempio è proprio Renato Turano, che da Castrolibero è partito per “il sogno americano” e che grazie al padre depositario di uno dei mestieri più antichi, il panettiere, è riuscito a farsi apprezzare nel mondo. Oggi l'azienda Turano è la più grande produttrice di pane artigianale del Nord-America.

E noi continueremo a raccontarvi di queste persone comuni. Di questi uomini e donne che amano la loro terra e che in questo modo possono aiutare ancora di più la crescita della nostra Regione. Non a caso, a conclusione dei due giorni, è stato approvato il piano degli interventi per i calabresi nel mondo, proposto dalla Giunta Regionale e approvato all’unanimità dopo una attenta discussione e analisi con i consultori e gli esperti.

Le azioni prioritarie del Piano sono individuati in quattro punti: sostegno al funzionamento della Consulta e del Comitato direttivo (60 mila euro), alle singole attività delle singole associazioni (40 mila euro), ad azioni di promozione del patrimonio culturale e delle produzioni  con progetti coordinati tra le Associazioni e le Federazioni dei Calabresi nel mondo (120 mila euro), promozione di un evento culturale e di marketing territoriale in una città estera di insediamento dei calabresi (50 mila euro) e corso di formazione sulla cucina mediterranea per giovani figli di calabresi da tenersi in Calabria (30 mila euro).

Insomma, un’immagine positiva della Calabria: cultura, cibo, arte e marketing territoriale. Aiutiamo i calabresi che fanno impresa nel mondo al fine di creare un ponte di collegamento con il sistema delle imprese operative in Calabria. Amiamo di più la nostra Calabria, e apprezziamo chi lavora per promuoverla in tutto il  mondo.

 

 

Diletta Aurora Della Rocca

Direttore Responsabile

 

 

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark

 

 
« November 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30