Mercoledì, 19 Dicembre 2018
itenfrdees

Michele Metallo. Artista eclettico e spontaneo

Posted On Lunedì, 07 Maggio 2018 09:18
Rate this item
(0 votes)

Michele Metallo è un artista di origini calabresi. Nato a Rogliano, vive da anni a Torino ma appena può torna nella sua amata terra perché lontano non riesce a vivere.

È un artista eclettico, Michele Metallo, sempre attento al particolare, innovativo e al momento stesso ancorato alle diverse forme artistiche. Il viaggio nelle sue opere è un incanto di colori, di sensazioni e di emozioni uniche e spontanee. Un artista alla continua ricerca di stimoli e percezioni sempre diverse. Si, perché Michele Metallo è soprattutto questo. Il tocco, il segno e lo stile sono per questo autore il tramite essenziale per catturare l’immagine e trasferirla su supporto materico e tangibile.  Buona parte delle produzioni si riferisce al suo paese: un borgo che questo maestro ha lasciato genuino e che oggi può trovare completamente diverso e pronto ad accogliere il suo estro e la sua arte.

Un pittore del novecento con una vena surrealista non accademico ma autodidatta. Dimostra e realizza ciò che ha dentro. Osserva per poi riportare le emozioni su corpo: qualcosa di particolare e inusuale. Il maestro Metallo non dipinge sul liscio ma crea un impasto materico, ovvero prima dona forma con l’amalgama e poi vi dipinge sopra: una tecnica singolare, perché i suoi quadri devono essere toccati, nel vero senso della parola.

Un percorso artistico cominciato negli anni 60, quando ancora ragazzo, si iscrive all’istituto d’arte del suo paese e proprio lì comincia a lavorare con la ceramica e la manualità della creta e dell’argilla. Passione che ha dovuto mettere da parte quando per altri motivi ha lasciato la scuola e si è trasferito con la famiglia a Torino. Ed è proprio qui che qualche anno dopo il maestro  riscopre l’arte.

Ha partecipato con successo a varie mostre e ha potuto così esporre le sue creazioni presso lo storico palazzo della “Promotrice delle Belle Arti” di Torino, ubicato nei pressi del “Valentino”. Importante e degna di nota è l’opera che ripropone la facciata del duomo di Cosenza a cui l’artista è fortemente legato.

Non c'è gratificazione migliore per un artista che ricevere apprezzamenti e manifestazioni  di orgoglio da parte del proprio comune, da parte della propria terra perché questo lenisce un po' il dolore di tutta una vita, quel dolore  che deriva dall'essersi allontanato dalle proprie radici anche se nella città che lo ha accolto,  egli vive una esistenza appagante.

E chissà che proprio dalle pagine del nostro giornale non possa partire uno stimolo per il sindaco di Rogliano, Giovanni Altomare, per valutare la possibilità di render omaggio  ad un suo concittadino che  altrove si fa apprezzare per la sua arte ed il tuo talento contribuendo così a migliorare l'immagine della sua Rogliano.

 

                                                                                                                         

Share/Save/Bookmark

 

 
« December 2018 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31