Per offrire informazioni e servizi, questo portale utilizza cookie tecnici, analitici e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su qualunque altro link nella pagina o, comunque, proseguendo nella navigazione del portale si acconsente all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie e su come eventualmente disabilitarli consultare l'informativa sulla Privacy

Giovedì, 21 Febbraio 2019
itenfrdeeles

9 febbraio 2019 - A Castrolibero si parlerà di donne, rappresentanza e democrazia

Posted On Mercoledì, 06 Febbraio 2019 10:40

Sabato 9 febbraio si terrà l'ncontro "Parità di genere - Democrazia in Calabria" con alcune docenti Unical, la Consigliera regionale di parità, Tonia Stumpo, Wanda Ferro, parlamentare "Fratelli d'Italia", le associazioni e le donne impegnate in politica. Bianca Rende, come rappresentante dell’associazione "What Women Want - la Calabria vista dalle donne" dichiara: "Durante l'incontro si entrerà nel merito delle questioni, senza fermarci agli slogan, per capire e andare avanti su una battaglia che attraversa il mondo."

In Calabria sono molte le donne presenti nei Consigli comunali ma poche le donne sindaco o assessore. È quanto emerge da un'indagine sulla parità rappresentativa e lavorativa in Calabria, realizzata dalla Consigliera di parità della Regione, Tonia Stumpo. Dall'indagine, compiuta a ottobre nei 409 Comuni della Calabria, risulta che "ci sono 32 sindaci donne, pari all'8,24% del totale, le consigliere elette sono 1840, pari al 37,8% del totale e le assessore in Giunta sono 355, pari al 33,97% del totale.

Inoltre, il maggior numero di sindaci donne (24) risiede nei Comuni con meno di 3mila abitanti (9,57%), il maggior numero delle consigliere (1313, il 42,17%) risiede nei Comuni sotto i 3mila abitanti, mentre la percentuale più alta di assessori donne risiede nei Comuni tra i 5mila e i 15mila abitanti (108, il 49,06%), mentre nei Comuni sopra i 15mila abitanti non c'è nessun sindaco donna. La presenza femminile quindi - riporta l'indagine della Consigliera di Parità - inizia a essere un dato ineludibile, anche per la democrazia calabrese, un dato da cui non si può prescindere anche se è inversamente proporzionale alla dimensione dei Comuni.

Inoltre, la società calabrese mostra una certa maturità nell'ambito della partecipazione politica delle donne, che sono presenti nei Consigli comunali in una percentuale superiore al 30% voluta dalla legge 215 del 2002 nella formazione delle liste per i Comuni superiori a 5mila abitanti".

 

 

 

 

 

Search

Rubriche

« February 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28