Print this page

RescEU: la Commissione accoglie con favore l'accordo provvisorio per il potenziamento della protezione civile nell'UE

Posted On Giovedì, 20 Dicembre 2018 07:22
Rate this item
(0 votes)
RescEU: la Commissione accoglie con favore l'accordo provvisorio per il potenziamento della protezione civile nell'UE Fonte foto: Eu

 

Negli ultimi anni, numerose calamità naturali hanno colpito tutte le regioni dell'UE, causando centinaia di vittime e miliardi di danni alle infrastrutture. Per proteggere meglio i cittadini, rescEU rafforzerà l'attuale meccanismo unionale di protezione civileCerca le traduzioni disponibili del link precedente. In particolare, sarà creata una nuova riserva europea di capacità che comprenderà aerei da utilizzare contro gli incendi boschivi, sistemi speciali di pompaggio, squadre di ricerca e soccorso in ambiente urbano, ospedali da campo e unità mediche di pronto intervento.

Il Presidente Jean-Claude Juncker ha dichiarato in questa occasione: "Un'Europa che protegge i cittadini dev'essere presente nei momenti di necessità. Quando, di fronte a un pericoloso incendio boschivo o a un'inondazione, le capacità di risposta nazionali si rivelano insufficienti, i nostri cittadini chiedono fatti, non parole. Il sistema rescEU garantirà una solidarietà concreta agli Stati membri colpiti da calamità."

Il Commissario per gli Aiuti umanitari e la gestione delle crisi, Christos Stylianides, ha dichiarato: "Le calamità naturali non hanno confini e i cambiamenti climatici ne aumentano i rischi e l'impatto. Con rescEU il nostro attuale meccanismo di protezione civile passa allo stadio successivo. Il passo avanti di oggi dimostra che quando c'è la volontà di fare, si riesce nell'intento. Sono grato al Parlamento europeo, in particolare alla relatrice, on. Elisabetta Gardini, e al relatore per parere sul bilancio, on. Jose-Manuel Fernandes, nonché alla Presidenza austriaca per aver portato avanti questa iniziativa. Il potenziamento del meccanismo unionale di protezione civile permetterà di aumentare le capacità, di migliorare il coordinamento tra gli Stati membri e, soprattutto, di rendere più efficace la solidarietà verso i nostri cittadini. Si tratta di una soluzione europea a un problema europeo."

  • e.

 

Share/Save/Bookmark