Lunedì, 24 Febbraio 2020
itenfrdees

Rosalbino Cerra

Posted On Mercoledì, 22 Gennaio 2020 17:13
Rate this item
(0 votes)

Come ormai noto, tramite una manovra avvenuta nelle segrete stanze di qualche hotel lamentino in Calabria, con l'avallo dei palazzi romani, si è tentato di cancellare L'Italia del Meridione. Il movimento politico, fondato da Orlandino Greco, che, nella sola provincia di Cosenza, è composto da oltre 120 amministratori, tra sindaci, assessori e consiglieri comunali, consigliere provinciale e consigliere regionale. Una forza non indifferente che, facendo paura a molti, andava stroncata a tutti i costi. Un vero e proprio attentato alla democrazia, rappresentando, l'Idm, la voce di centinaia di territori abbandonati a se stessi e migliaia di cittadini della nostra Regione, che voce non hanno.

Ma non ci siamo piegati a queste logiche, non ci siamo arresi, non abbiamo mollato. Oggi, come Idm, siamo presenti nella competizione delle Regionali Calabria del 26 gennaio nella Lista dell'Unione di Centro con Jole Santelli Presidente. Mi ritrovo catapultato in una campagna elettorale, obiettivamente non facile, accettando una candidatura all'ultima ora (nel vero senso della parola!). Chi sono? Da sempre impegnato per la comunità, sono il vice segretario provinciale di Idm, già assessore del comune di Castrolibero, sono medico di Famiglia dell'area urbana di Cosenza dal 1987, consigliere tra i più votati dell'Ordine dei Medici e degli Odontoiatri di Cosenza, già segretario Provinciale ed attualmente Presidente provinciale della Federazione Italiana medici di famiglia di Cosenza, la FIMMG.

Perché candidato con il Centrodestra e la lista Udc? Il nostro movimento, in questi 5 anni di consiliatura regionale, ha chiarito a più riprese che non vi era alcun accordo o patto politico con il Centrosinistra calabrese o nazionale. Vi è stato piuttosto un accordo elettorale tra il nostro leader, Orlandino Greco nonché consigliere regionale eletto, ed il governatore uscente, Mario Oliverio, in virtù anche di un rapporto personale tra i due. Patto che, come noto ai più, è stato mantenuto sino all'ultimo minuto (con non pochi mal di pancia da parte della maggioranza del movimento); finché il governatore uscente non ha deciso di ritirare la propria candidatura, a quattro giorni dalla presentazione delle liste (con nel mezzo la festa del Natale), prestandosi peraltro ad una manovra del peggior partitismo (locale e nazionale), proprio a danno ed a tradimento di chi ha dimostrato lealtà più di ogni altro.

Pertanto, alla luce di tale trattamento, e nel rispetto delle varie esperienze culturali e politiche che compongono il nostro movimento, si è deciso di ritornare nel proprio alveo naturale (per molti), in termini di appartenenza culturale ai principi di legalità condita con garantismo, accettando una candidatura nell'unico partito e nell'unica lista della coalizione di Centrodestra, che ha voluto offrire ospitalità all'Idm, senza chiedere in cambio al nostro movimento di rinunciare alla propria identità. Per tale ragione, abbiamo il dovere di ringraziare quanti hanno voluto intestarsi una battaglia di libertà e democrazia, concedendo all'Idm questa Tribuna!

Ho pensato che è inutile lamentarsi della sanità, dei collegamenti, dell’assenza di sviluppo della nostra Calabria. Lamentarsi non basta, occorre impegnarsi per cambiare la nostra regione. Proviamoci insieme. Mi candido come espressione dell’Italia del Meridione nella lista dell’Udc. E spero nell’appoggio di tutti quelli che credono nella crescita della nostra regione. E adesso, tutti a lavoro per andare a vincere.

Rosalbino Cerra Facsimile

 

 

 

 

 

 

 

Share/Save/Bookmark

 

 
« February 2020 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29