Martedì, 23 Aprile 2019
itenfrdees

Giro d'Italia settima tappa: promozione turistica della Calabria. Nonostante tutto

Posted On Sabato, 12 Maggio 2018 08:49
Rate this item
(0 votes)

Una giornata che doveva identificare gioia, sport, condivisione e una bella pagina di turismo.

Il 101 Giro d’Italia nella giornata di ieri, ha attraversato tutta la costa tirrenica da Pizzo a Praia a Mare: unica tappa interamente calabrese. Tutti i telespettatori hanno potuto osservare e ammirare in televisione le nostre bellezze naturali: una formidabile occasione di promozione turistica al fine di far conoscere le peculiarità della Calabria multitasking che va dalle ricchezze storico-culturali, agli scenari unici per praticare sport estremi di ogni genere fino ai prodotti tipici, DOP e IG, famosi e richiesti in tutto il mondo. Sembrava tutto perfetto. Eppure ieri è venuta fuori una nota stonata.

In un servizio giornalistico della Rai è stata data notizia del ritrovamento di una nave dei veleni nelle acque antistanti Cetraro. Il Consigliere regionale, già Sindaco della cittàdina Giuseppe Aieta, ha subito informato il Presidente della Regione Mario Oliverio, il quale ha immediatamente contattato i vertici Rai al fine di rettificare le notizie infondate sul mare di Cetraro. Forse sarebbe stata una ottima occasione per parlare del riconoscimento delle bandiere blu ottenuto da pochi giorni. Una pubblicità fortemente negativa di tutta la Calabria per di più alla vigilia della stagione turistica.

Tappa calabrese del Giro d'Italia: gravi errori e informazioni parziali nella cronaca a proposito della nave dei veleni, caso chiuso nel 2009 dall'Antimafia di Piero Grasso. La Rai si scusi, apra un'indagine interna e rimedi al danno d'immagine.”

È il commento via twitter di Michele Anzaldi (Pd) membro della Commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi avvisando dell’apertura di una indagine interna. Anche l’onorevole Ernesto Magorno è intervenuto, definendo inaccettabile la ricostruzione e il racconto fatto nel corso della cronaca dell’evento sportivo. Di certo è stato inferto un danno di immagine grave alla Calabria e in particolare alle comunità del litorale tirrenico cosentino.

Tanti i commenti negativi su questo scivolone. Ma è il caso di dirla tutta. Sebbene i problemi siano concreti, era proprio necessario sporcare la manifestazione in questo modo? Dare questa immagine negativa di una terra che ce la sta mettendo tutta per far capire al mondo che la Calabria è molto di più? Le parole sono importanti ma il contesto, forse, lo è ancor di più.

Diletta Aurora Della Rocca

 

 

Share/Save/Bookmark

 

 
« April 2019 »
Mon Tue Wed Thu Fri Sat Sun
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30